LECCE viene definita la “Signora del Barocco“, ed è proprio l’arte barocca quella che caratterizza le guglie, i portali, le chiese, i monumenti e le abitazioni del centro storico. Attraversando Porta Napoli eretta nel 1548 in onore di Carlo V, si accede alla città vecchia.
Insieme al Teatro (in via Arte della Cartapesta), è la più importante testimonianza di epoca romana. L’Anfiteatro venne costruito nel II secolo d.C. per intrattenere, con gli spettacoli e i giochi che si svolgevano al suo interno, gli appassionati spettatori (l’edificio poteva ospitarne circa 20.000).
Nei pressi di Piazza Sant’Oronzo sorge il Castello voluto dal Re Carlo V nel 1539.
Piazza Sant’Oronzo è la principale piazza di Lecce, il salotto cittadino, da sempre luogo di incontro e di ritrovo. Negozi, caffè, uffici affollano la suggestiva piazza ovale la cui pavimentazione è ornata da un mosaico raffigurante lo stemma della città: la Lupa sotto un albero di leccio e la corona con 5 torri.
Il Duomo di Lecce si erge nell’omonima Piazza e rappresenta il fulcro della vita religiosa della città.

OTRANTO una delle punte di diamante della penisola salentina, il punto geografico più a est dell’intera penisola italiana, un gioiello che vale la pena di essere vissuto e visitato. Nel punto più alto della città, ancora, è possibile visitare la Cattedrale di Santa Maria Annunziata, il suo interno di grande impatto scenico con il mosaico pavimentale “L’albero della vita”e la cappella dedicata ai martiri di Otranto, in cui sono conservate le ossa di coloro che morirono nel massacro.

Tra i luoghi da visitare, perchè suggestivi e particolari, c’è da annoverare sicuramente la cava di bauxite, nei pressi della Baia delle Orte.

SAN FOCA altra tappa obbligata del versante Adriatico che consente di visitare luoghi e ammirarne la bellezza senza tempo. Tra le soste consigliate a chi giunge a San Foca per la prima volta, c’è Roca vecchia, sede di scavi archeologici di un certo spessore, con meraviglie come le rovine del castello a picco sul mare, un santuario del XVII secolo e la rinomata Grotta della Poesia, una piscina naturale attorno a cui aleggia una leggenda densa di romanticismo.

TORRE DELL’ORSO nota anch’essa per le sue coste meravigliose e per le spiagge caraibiche.
Tra le tante attrazioni che offre la marina, ci sono gli imponenti faraglioni delle Due Sorelle, due costoni di roccia che sembrano emergere dal mare, affiancati, vicini, spuntoni attorno a cui i locali hanno costruito leggende e storie poetiche quanto tristi.

Se siete amanti della natura, tutto questo tratto di costa non potrà che darvi continue emozioni, ma in particolare potrete anche spostarvi di qualche kilometro per giungere verso l’oasi protetta delle CESINE oltre seicento ettari di natura incontaminata, in cui potersi immergere, con rispetto e attenzione, per ammirare specie di animali insolite

Se ci si addentra nell’entroterra, ci si può ritrovare nella Grecìa Salentina  e nei suoi borghi densi di fascino e storia, tra centri storici in cui il tempo sembra quasi essersi fermato,ma come per incanto, all’improvviso note di Pizzica,profumo di Pittule e Mieru possono coinvolgerti in una danza che non scorderai mai più.